SPID: non sostituirà subito il PIN

Spid

Il PIN non sparirà completamente dalla circolazione, soppiantato dallo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) per accedere a tutti i servizi online dell’Inps. Lo comunica l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale attraverso una nota

SPID al posto del PIN: l’annuncio Inps

A partire dal 1° ottobre 2020 – annuncia l’ente con il comunicato stampa diramato lo scorso 7 settembre – l’Inps non rilascerà più PIN come credenziale di accesso. Sarà sostituito da SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale che consente di accedere ai servizi on-demand della Pubblica Amministrazione. Tuttavia, per gli attuali possessori di PIN il passaggio avverrà gradualmente, in linea con quanto specificato dalla circolare numero 87 del 2020.

È prevista una fase transitoria che terminerà con la cessazione definitiva della validità dei PIN rilasciati dall’Istituto. Insomma, a breve non sarà più possibile entrare nei portali dell’Inps con il proprio PIN, ma tramite il più moderno SPID. Tra i vari vantaggi garantiti, lo SPIN dà modo agli utenti di interagire, oltre all’Istituto, con:

  • l’intero sistema pubblico;
  • i soggetti privati aderenti. 

Di fatto sarà costituito un sistema aperto agli sviluppi europei. Il processo di switch-off dal PIN allo SPID terrà luogo il prossimo 1° ottobre. Da tale data in poi non saranno più rilasciati i PIN. Quelli in possesso degli utenti manterranno la loro validità e saranno rinnovabili alla natura scadenza.

Fase transitoria

Ciò fino alla conclusione della fase transitoria, le cui tempistiche saranno successivamente delineate. Ma già a partire dal primo ottobre non saranno emessi ulteriori PIN; eccezion fatta per quelli richiesti da utenti che non hanno modo di procurarsi le credenziali SPID e unicamente per i servizi loro dedicati. 

In seconda istanza, l’Istituto, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’AGID e il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, fisserà la data di definitiva cessazione di validità dei PIN conferiti dall’Inps. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.