TikTok: si compra a 30 miliardi, ma dopo le elezioni Usa

tiktok

TikTok costa 30 miliardi di dollari. Ma il Governo cinese darà l’ok all’acquisto Usa solo dopo le elezioni americane di novembre. Se vincesse Trump, l’affare si farebbe. In caso di sconfitta del tycoon, la strategia sarebbe da rivalutare. La trattativa fra Microsoft (acquirente) e ByteDance (venditore) c’è stata, ma per Bloomberg la ByteDance Ltd sarà tenuta a chiedere l’approvazione del governo cinese per vendere la sua applicazione TikTok.

Perché? Perché Pechino sovrintende a ogni operazione di peso. Più il business è di peso, più il Governo cinese interviene nella compravendita. Una condizione che arriva con le nuove restrizioni imposte da governo cinese sull’esportazione di tecnologie di intelligenza artificiale. Tutto pubblicato sul sito del ministero del Commercio di Pechino venerdì 28 agosto, che spiegano in modo chiaro come per i trasferimenti all’estero saranno necessari permessi governativi al fine di salvaguardare la sicurezza economica nazionale.

Con il decreto attuativo firmato a Washington nelle scorse settimane, di fatto viene imposto a ByteDance di vendere TikTok entro 90 giorni. Per la sicurezza nazionale. Dopo la mossa di Trump, prima Microsoft e poi Oracle hanno presentato offerte alla cinese ByteDance.

L’ordine esecutivo di Trump dice che la vendita va fatta entro 90 giorni. Domanda: TikTok senza gli Usa vale 30 miliardi di dollari? Il rischio, con la sconfitta di The Donald, è che TikTok perda fortemente di valore. Un bell’azzardo per Pechino temporeggiare.

Hai le notifiche bloccate!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI