CCSNews
assegno-unico-2

Assegno Unico Gennaio 2023: a chi spetta e quando arriva

L’Assegno unico INPS è la misura più amata dagli italiani negli ultimi tempi. L’assegno unico e universale spetta alle famiglie con figli a carico già dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni. Il sostegno economico voluto fortemente dal governo Draghi, è stato riconfermato nella legge finanziaria. Esso ha permesso a tante famiglie italiane con bambini a carico di fronteggiare il caro vita, scoppiato soprattutto dopo l’inizio della guerra tra Russia ed Ucraina, quasi un anno addietro. Si tratta di un pacchetto di circa 1,5 miliardi di euro a sostegno dei nuclei familiari più bisognosi.

L’asssegno unico INPS ha fatto il suo debutto il 1° Marzo 2022 ed ha finito per incorporare una serie di bonus rimasti in vigore fino a quel momento.

Cosa cambia con la nuova Legge di bilancio

Con la Legge di Bilancio pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29 dicembre 2022, sono state apportate alcune modifiche alla misura. Tali modifiche sono soprattutto a favore dei nuclei familiari con figli piccoli sotto il primo anno di vita, con figli disabili e famiglie numerose. La  Legge di Bilancio ha anche previsto un aumento davvero importante (del 50 per cento) dell’assegno per le famiglie con figli di età inferiore ad 1 anno oltre a quello per i nuclei familiari numerosi. Sono previsti anche altri aumenti come quelli alle famiglie con 3 o più figli a carico ed ISEE sotto i 40 mila euro.

Quando attiveranno gli aumenti previsti dalla nuova legge di bilancio arriveranno presto e a comunicarlo è la stessa INPS in una nota stampa del 30 dicembre 2022.

La notizia è che gli aumenti e le rivalutazioni verranno erogati a partire da febbraio 2023. Per le opportune rivalutazioni bisognerà attendere un apposito decreto ministeriale che si prevede in uscita a metà gennaio, il mese successivo tali aumenti saranno giá erogati.