Banconote da 5 euro: se hai queste hai una piccola fortuna. Meglio controllare il portafogli!

5 euro

Oltre alle lire, pure gli euro dei nostri giorni possono valere una fortuna, ben di più rispetto a quanto riportato sulla loro facciata. Questo per tutta una serie di ragioni, come errori grafici o tirature limitate. Nello specifico qui ci soffermeremo sulle banconote da 5 euro.

Di comune utilizzo nella vita di ogni giorno, esistono delle versioni un po’ particolari. Pertanto il nostro consiglio è di controllare cos’hai nel portafoglio, perché è possibile che, senza manco accorgertene, ti sia impadronito di un esemplare raro. Ma per capire di quale si tratta e in che condizioni va tenuto ti invitiamo a proseguire nella lettura. 

Banconote da 5 euro: le varianti degne di nota

Ebbene, non è indispensabile disporre di vecchie lire o comunque pezzi antichi per racimolare un bel gruzzoletto grazie al sempre fiorente business della numismatica. La questione è un po’ più complessa in merito alle banconote da 5 euro: esistono delle varianti dotate di numero di serie particolare, in grado di arrivare ad una quotazione di circa 100 euro. Affinché ciò sia possibile è opportuno verificare le prime sei cifre e la lettera che indica il Paese di emissione: in Italia la lettera è la “S”. 

Stime fino a 100 euro

La condizione indispensabile è che la banconote siano in Fior di Stampa, ovvero in stato perfetto. Quelle maggiormente ricercate dagli appassionati, in grado di raggiungere la stima di 100 euro, sono coloro che hanno:

  • cinque cifre uguali;
  • un numero di serie uguale in qualsiasi senso venga letto;
  • almeno quattro numeri consecutivi;
  • quattro numeri identici (poker);
  • un numero di serie costituito solo da 0, 1 e 2. 
Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.