Bonus casalinghe 2020: alla ricerca dell’indipendenza

Bonus casalinghe

Dopo giornate di trattative, il Decreto Agosto è diventato realtà. Varato dal Consiglio dei Ministri, tra alcuni giorni troverà pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Con il decreto, il Governo ha stanziato ulteriori 25 miliardi di euro per l’azione di ripresa dalle conseguenze negative dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

In un post su Facebook la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha spiegato di aver fatto ancora un altro passo con il bonus casalinghe.

Bonus casalinghe per l’indipendenza femminile

Continuano a investire nelle donne. Nel piano hanno inserito 3 milioni di euro per un fondo totalmente destinato alla loro formazione professionale. In particolare, appunto, sono fatti valere i diritti delle casalinghe. L’ammontare di denaro servirà ad attivare percorsi diretti a favorire l’acquisizione di nuove competenze e l’accesso a opportunità lavorative e culturali. 

La Bonetti ha voluto e sostenuto con forza il provvedimento, pensando alla necessità di spronare sempre l’indipendenza femminile, pure negli ambienti domestici. Ciò che chiamano empowerment deriva dalla formazione, e le relative opportunità nascono dove si crede e si investe nel valore umano.

Bonus una tantum con piano cashback

Ancora una volta affermano che l’Italia ha fiducia in tutte le donne e scommette su di loro, specialmente nel momento di ripartire. Con l’unità di intenti di donne e uomini. Stando alle prime indiscrezioni trapelate sarà concesso un bonus una tantum di 500 euro da spendere nell’acquisizione di competenze in maniera analoga a quello destinato ai docenti. 

Al posto del meccanismo sui consumi, il bonus casalinghe dovrebbe basarsi sul cosiddetto piano cashback. Sarà un meccanismo a punti, dove si accumuleranno le transazioni in modo da ottenere un rimborso ogni sei mesi. Il primo, ha spiegato Roberto Gualtieri, sarà disponibile prima della fine dell’estate. Per favorire i pagamenti elettronici sono ripristinati fondi nella misura di 1.75 miliardi. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.