Come si presenta la domanda di esenzione o rimborso dal bollo?

bollo auto

Scadrà alle ore 23.59 del 5 novembre il termine per presentare la domanda di esenzione dal pagamento del bollo auto per il 2020 in Sicilia (Legge regionale 12 maggio 2020, n. 9, articolo 7, commi 4 e 5). E i guidatori che hanno già ottemperato all’obbligo? Il legislatore ha previsto delle disposizioni anche per quanto riguarda questa categoria. Prevede infatti per loro la possibilità di presentare l’istanza di chiedere e di chiedere il rimborso. Affinché la domanda venga accettata vanno indicati la metodologia di pagamento preferita e gli estremi.

Documenti esenzione bollo auto

I cittadini che intendono avanzare domanda (e in possesso dei relativi requisiti) devono avere a disposizione:

  • redditi;
  • documento di identità in corso di validità;
  • copia del libretto auto. 

Per redditi si intendono:

  • di lavoro autonomo;
  • di lavoro dipendente;
  • derivanti dal possesso di terreni e fabbricati (locati);
  • fondiari.

Se percepiti, a quelli appena menzionati è necessario aggiungere pure i redditi/le retribuzioni:

  • derivanti dalla locazione di immobili abitativi assoggettati alla c.d. “cedolare secca”;
  • d’impresa o di lavoro autonomo assoggettati a imposta sostitutiva nel caso di applicazione del regime agevolato previsto per i “contribuenti minimi” e per “nuove iniziative produttive”; 
  • prestati nelle zone di frontiera e in Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto professionale; 
  • corrisposte dalla Santa Sede e dagli enti centrali della Chiesa cattolica; 
  • riconosciuti da organismi ed enti internazionali, rappresentanze diplomatiche, consolari e missioni. 

Requisiti

L’esenzione del bollo auto è prevista per le autovetture immatricolate entro il 31 dicembre 2010 o fino a 53 kW (è sufficiente solo uno dei requisiti) per i proprietari con reddito pari o inferiore a 15 mila euro, che risultino intestatari dei mezzi nel Pubblico Registro Automobilistico alla data del 14 maggio 2020. L’iter per inoltrare domanda è il seguente: 

– collegarsi al sito internet https://esenzioni-sicilia-2020.aci.it/privato e compilare l’intero modulo. Dunque salvare e stampare l’istanza con il codice identificativo attribuito, e siglarla con firma olografa o digitale;

– spedire l’istanza sottoscritta, allegata a una copia a propria volta siglata del proprio documento di riconoscimento, esclusivamente all’indirizzo PEC esenzione2020.privato@PEC.sicilia.aci.it. A pena di esclusione, nell’oggetto dev’essere indicato soltanto il codice identificativo della pratica;

– nel caso di richiesta di esenzione per più autovetture intestate al medesimo soggetto è necessario mandare un’istanza per ciascuna;

– Entro i successivi 20 giorni dal 5 novembre 2020, sul sito dell’ARS sarà diramato l’elenco delle domande ammesse e non. I soggetti non ammessi potranno in seguito assolvere all’onere entro il prossimo 30 dicembre, senza sanzioni né interessi. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.