Finanziamenti a fondo perduto per artigiani? Le modalità d’accesso

Finanziamenti fondo perduto

Al pari di quello delle piccole e medie imprese, anche il settore dell’artigianato ha ottenuto in Italia una certa tutela con la legge n. 488 del 1992, che, pur non essendo priva di una serie di limitazioni, statuisce l’erogazione di importanti somme, tra cui i finanziamenti a fondo perduto. Da 52 mila euro a oltre 1.549.370 euro, purché l’imprenditore abbia almeno il 25 per cento dell’importo complessivo sotto forma di capitale proprio e non soggetto ad ulteriori agevolazioni.

La norma, inoltre, ha costituito l’ossatura per diversi provvedimenti analoghi. Siamo in presenza di un finanziamento a fondo perduto, almeno parzialmente. I rimborsi sono a tassi e condizioni favorevoli, mentre esclusivamente nelle Regioni più disagiate è possibile ottenere fino al 50% dell’ammontare senza obbligo di restituzione. 

Finanziamenti fondo perduto artigiani

Per tentare di ridare slancio all’apertura dell’attività da parte dei giovani artigiani, i nostri politici hanno introdotto misure aggiuntive. Come la legge 95/95, appositamente rivolta agli imprenditori di età compresa tra i 18 e i 36 anni. Si tratta di risorse stanziate per avviare una attività con finanziamenti a fondo perduto fino al 50%, indipendentemente dalla Regione di appartenenza. La parte restante è invece restituibile in 10 anni. Se si vantano i requisiti è sufficiente ritirare il modulo presso le Camere di Commercio, e una volta compilato spedirlo a Sviluppo Italia. 

Le modalità di richiesta

Le pmi hanno in più diritto a contributi, avanzando domanda di accesso al fondo di garanzia presso artigiancassa. Tuttavia, le vere novità stanno nell’eventualità che la legge Sabatini (risalente agli anni Sessanta) torni operativa. La misura prevede finanziamenti agevolati fino a 2 milioni di euro per l’acquisto di strumenti, macchinari e materiale per poter esercitare la professione. Al netto del fondo di garanzia e della legge 95/95, il cui accesso avviene su espressa richiesta, per le altre forme di aiuti occorre partecipare ai bandi di concorso, rispettando le condizioni prefissate ed entrando in graduatoria. 

Hai le notifiche bloccate!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.