Pesanti multe per chi viaggia in auto senza mascherina: attenti alle regole!

multe

Lungo tutto il territorio nazionale si stanno intensificando i controlli per far rispettare l’ultimo DPCM (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) emesso dall’esecutivo. Anche chi viaggia a bordo di un veicolo deve porre attenzione alle norme, onde evitare di incorrere in multe pesanti. La cronaca locale ci racconta di alcuni episodi che hanno coinvolto certi guidatori, distratti o poco attenti alle direttive del legislatore. 

Multe: le Forze dell’Ordine adottano il pugno di ferro

A Fontanafredda, nel padovano, due donne, sorprese in auto senza mascherina, hanno ricevuto ciascuna una multa di 373 euro dalla Polizia comunale. Le amiche non conviventi hanno pagato con lo sconto del 30%, accordato a chi salda la sanzione entro i primi cinque giorni. A riferirlo è il Messaggero veneto.

Un altro esempio di punizione esemplari arriva da Sulmona, dove un fornaio, appena uscito dal panificio presso cui presta servizio, è salito a bordo di una vettura del collega e, percorse poche centinaia di metri, è stato bloccato da una pattuglia dei Carabinieri: al contrario di chi era al volante, il giovane non portava la mascherina. Così, nonostante le giustificazioni, le Forze dell’Ordine gli hanno inflitto una sanzione amministrativa di 533,33. A riferirlo è in tal caso il portale Abruzzo web.  

Ma non finisca qua. A Torino un uomo, sceso dal suo scooter, dopo essersi alzato il casco per rispondere al telefono non indossava la mascherina e due vigili lo hanno punito. Al ragazzo la Polizia Locale ha comminato una contravvenzione 400 euro per aver violato l’obbligo di portare in un luogo aperto un dpi. La fonte è il sito web del Giornale. 

Secondo quanto riporta il testo normativo attualmente in vigore si può andare con persone non conviventi in auto purché vengano osservate le stesse misure di precauzione stabilite per il trasporto non di linea, ovverosia con esclusivamente il conducente nella parte anteriore del mezzo e al massimo due passeggeri per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per chiunque di portare la mascherina. Altrimenti scattano le multe.

Chi è esente dal vincolo

Dal vincolo è esentato unicamente chi è in compagnia di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare e con cui condivida la stessa abitazione oppure i coinquilini, dunque coppie o amici conviventi. 

L’obbligo di dotarsi della mascherina è derogabile nella sola ipotesi in cui, fra la fila anteriore e posteriore della macchina, il veicolo risulti provvisto di un separatore fisico in plexiglass. In siffatta circostanza, nella fila anteriore ci sarebbe unicamente il guidatore e nella fila posteriore un solo passeggero. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.