Quasi 110.000 euro! Hai questo 1 centesimo di dollaro? Meglio controllare il portafogli

dollaro

Più andremo avanti con la storia delle monete da 1 centesimo di dollaro e più – lo constaterete anche voi – ci sarà tantissimo da raccontare. Sul Lincoln Penny-Doubled 1969-S potremmo versare fiumi di “inchiostro”. Bisogna, infatti, sapere che al momento della sua scoperta, avvenuta nel 1970, una coppia di truffatori aveva cercato di trarre profitto da fasulli centesimi sdoppiati. Secondo l’esperto Ken Potter è solo una strana coincidenza che i falsari abbiano avuto l’idea mentre era emerso un vero e proprio errore della Zecca dello Stato con la stessa data. 

Lincoln Penny-Doubled: 1 centesimo di dollaro “martoriato” dal Dipartimento del Tesoro USA

Gli esemplari autentici li scovarono per la prima volta Ceil Moorhouse e Bill Hudson, come ha riportato in un articolo Coin World. Il pezzo di Moorhouse apparteneva ad un lotto di cinque che aveva ricevuto dalla Federal Reserve Bank di San Francisco tramite la Bank Of America. Gli agenti dei Servizi Segreti lo sequestrarono immediatamente; ritenendo che si trattasse di una delle banale contraffazione (in seguito fortunatamente glielo restituirono riconoscendo di aver commesso uno sbaglio).

I Servizi Segreti statunitensi iniziarono a confiscare tutti gli esemplari ai sensi delle leggi sulla contraffazione del dollaro; compresi quelli autentici del 1969-S, forse non comprendendo il significato del marchio di zecca “S”. Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ci ha messo un po’ di tempo per risolvere il mistero e riconsegnare i veri Lincoln Penny-Doubled ai legittimi proprietari. Purtroppo, secondo quanto riferito, ne distrusse, nel frattempo, qualcuno, considerandolo opera di un falsario.

Quotazione

Come puntualmente accade quando una particolare moneta ottiene una grande copertura da parte della stampa, la domanda si è intensificata ed è cresciuto il valore. Tutt’oggi, il Lincoln Penny-Doubled 1969-S riceve delle stime di gran lunga superiori a serie del medesimo periodo che mostrano un analogo “effetto doppio”, tipo quella del 1972. Del resto, qui siamo in presenza di un penny decisamente più raro, viste le singolari circostanze.  

Un fortunato detentore, che ha trovato il Lincoln Penny-Doubled 1969-S per puro caso, lo ha venduto ad un’asta Heritage per 126.500 dollari il 10 gennaio 2008, poco meno di 110 mila euro al cambio attuale. Della stessa rarità (MS-64) una copia è stata ceduto nel marzo 2018 a un’asta di Stack’s Bowers per 126.000 dollari. Insomma, ci aggiriamo sulla stessa cifra, sebbene tra i due eventi siano passati dieci anni esatti. Per una copia in condizioni MS-65 un collezionista ha speso 16.500 dollari (14mila euro circa) nel gennaio 1996. Infine, un’asta organizzata da Sotheby’s ne ha battuta una con grado di conservazione basso (VF-20) nel dicembre 1998 per 9.900 dollari (poco meno di 8.500 euro).  

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.