Sapete che esistono delle monete della Repubblica Ligure in edizione limitata? Possono valere davvero tanto!

repubblica ligure

Le monete della Repubblica Ligure possono raggiungere un valore sul mercato davvero elevato. Sono in grado di venire quotate una vera e propria fortuna. Il meccanismo è quello solito, classico, dettato da domanda e offerta. Quanto più è forte l’interesse dei collezionisti e tanto più i venditori avranno modo di ricavarci una cifra bella allettante. 

Repubblica Ligure: una fase di “transizione”

La fine della potenza genovese, sommata ai moti della rivoluzione francese (iniziata nel 1789 e finita dieci anni più tardi, nel 1799), portò, alla pari di altre città italiane, ad alcune repubbliche “transitorie” e la R.L. va inserita fra di loro. In tale epoca accaddero grossi sconvolgimenti, oggi raccontati sui libri di storia.

Mentre il XVIII secolo si avvicinava alla sua conclusione, si registrarono pure importanti introduzioni a livello di monete; coniate in oro, in argento e in mistura. In mistura? Ebbene, si dice che l’esemplare è in mistura (o biglione) se la lega della moneta è costituita da argento in misura pari o inferiore al 50 per cento del totale. Tuttavia, non si tratta di un dogma, difatti talvolta si parla di mistura pure se l’argento non era contenuto nella lega che lo componeva, ma era unicamente presente nella patina, ottenuta con trattamenti chimico-fisici, a rivestimento della vera consistenza in rame.

Anni di emissione 

Parlando della Repubblica Ligure, la moneta da 96 lire venne emessa nel 1798, 1801, 1803, 1804 e 1805. In passato veniva, erroneamente, ritenuta estremamente rara, quando il corretto grado di rarità è R1. E la quotazione? Le condizioni di tenuta incidono in maniera significativa sul prezzo finale, poiché è particolarmente complicato reperire esemplari senza il volto della Liguria non consunto e/o il fascio al rovescio non rovinato e consumato. Con un peso che va da 25,05 e 25,20 grammi e un diametro da 33 mm, il valore va da 1.200 a 2 mila euro, secondo il listino pubblicato nel giugno 2017. 

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.