Credito di imposta Mezzogiorno per sale and lease back?

Credito imposta mezzogiorno

Il credito di imposta Mezzogiorno spetta anche per i beni in lease back. A stabilirlo è l’Agenzia delle Entrate, in risposta all’interpello n. 404 pubblicato il 24 settembre 2020. Il tema centrale del documento di prassi è la determinazione dell’elemento di novità del bene, condizione fondamentale per trarre beneficio della manovra. L’Amministrazione finanziaria dà parere positivo, in quanto il requisito va valutato in sede di primo acquisto e non incide la successiva cessione del medesimo. 

Credito di imposta Mezzogiorno: precisazione sul requisito di novità del bene

L’istante è un’azienda interessata a sapere se può godere del credito di imposta Mezzogiorno, introdotto dalla legge di bilancio 2016. Sebbene rientrino nella misura pure i beni acquisiti con contratti di locazione finanziaria, è opportuno puntualizzare se le merci soddisfino il requisito della novità.

Come spiega la compagnia, la tipologia in questione qualifica il bene “usato” pur trattandosi sostanzialmente di beni nuovi di fabbrica. Non sono mai stati impiegati dalla compagnia a fini produttivi, eccetto per le necessarie operazioni di collaudo e propedeutiche alla cessione alle imprese di leasing

Richiamo alla Tremonti-ter

In contrasto con le circolari precedente emesse, stando alle quali l’agevolazione non spetta per gli investimenti in beni già impiegati a qualsiasi titolo, l’Amministrazione finanziaria accoglie la versione del contribuente. Il soggetto ha pertanto il diritto di fruire del credito di imposta Mezzogiorno. Una decisione motivata dall’AdE richiamando la Tremonti-ter, in materia di detassazione degli investimenti in macchinari. 

Nel documento di prassi viene spiegato che l’agevolazione spetta pure nella circostanza in cui il bene oggetto dell’investimento formi oggetto di un contratto successivo di sale and lease back. In tale circostanza, la cessione non determina la revoca dell’incentivo. In pratica – precisa l’Agenzia delle Entrate – l’acquirente riceve l’aiuto, rilevando a nulla il sopravvenuto contratto di leasing, il quale non configura, per l’utente, un ulteriore investimento agevolabile.  

Hai le notifiche bloccate!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Circa l'autore

Giornalista pubblicista, laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Bergamo nel 2013, con la tesi “L’evoluzione del marketing nel calcio inglese e tedesco: due sistemi a confronto” (relatore Alberto Marino, interventi di Marcel Vulpis, Christian Giordano, Gianfranco Teotino e Gianni Di Marzio). La tesi è poi confluita nella biblioteca Gea World
Dal 2018 al 2019 curatore web per l’Avv. Stefania Calì, specializzata nel diritto di famiglia.