ISEE 2021: termine ultimo per presentarlo, le novità

In Italia l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) serve a determinare la ricchezza delle famiglia, in maniera da permettere l’accesso ad alcune prestazioni assistenziali e sociali, laddove il reddito risulti inferiore a soglie prestabilite.

Soglie fissate dal legislatore sulla base di specifici criteri e parametri, come il numero dei componenti del nucleo e la scala di equivalenza che tiene conto pure della maggiore o della minore età, dell’eventuale presenza di soggetti con grave handicap e non autosufficienti.  

ISEE: cambiano i fattori della DSU

Nel comunicato stampa diramato il 12 settembre 2019, l’INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) ha provveduto a chiarire delle novità sull’ISEE. Alla luce delle delucidazioni fornite, cambiano dei fattori della DSU, vale a dire la dichiarazione di situazione economica equivalente, indispensabile, ad esempio, per richiedere il reddito di cittadinanza o altre misure di sostegno del reddito.

L’intervento dell’Istituto di previdenza nazionale giunge dunque a seguito dell’entrata in vigore di certe novità nell’arco degli ultimi mesi, fra cui il decreto Crescita, di fine giugno 2019. 

Per farsi rilasciare l’ISEE il cittadino è tenuto alla compilazione della DSU, documento contenente i dati anagrafici, patrimoniali e reddituali dell’intero nucleo familiare. Una volta compilata, la Dichiarazione Sostitutiva Unica viene inviata all’INPS. A questo punto l’Istituto, entro al massimo 10 giorni lavorativi, esegue tutti gli accertamenti del caso, incrociando i dati dalle varie banche dati, effettua i calcoli e rilascia online l’ISEE aggiornato. 

Tra le prestazioni sociali agevolate per cui occorre il modello ISEE ci sono:

  • Assegno familiare;
  • Assegno di maternità;
  • Bonus bebè;
  • Bonus acqua, gas, luce;
  • Esenzione o riduzione delle tasse universitarie;
  • Pensione di cittadinanza;
  • Reddito di Cittadinanza;
  • Servizi scolastici: borse di studio, libri di testo, mensa, trasporto, ecc.;
  • Servizi socio sanitari domiciliari;
  • Tariffe agevolate per l’asilo nido. 

La DSU può essere presentata:

  • ad un CAF (Centro di Assistenza Fiscale);
  • al Comune;
  • direttamente all’ente che eroga la prestazione sociale richiesta;
  • online all’INPS, accedendo al portale ufficiale mediante le apposite credenziali. 

Una volta pronto, il modello ISEE può essere ritirato in una delle seguenti modalità: 

  • presso il CAF o l’ente a cui si è inoltrata la dichiarazione;
  • presso gli uffici INPS;
  • online dal portale INPS, purché si disponga sempre delle apposite credenziali

La nuova scadenza

Tra le novità ISEE 2021 una concerne la scadenza, fissata al 31 dicembre 2021. 

Ad ogni modo, è comunque possibile avanzare la domanda di ISEE corrente in qualsiasi momento dell’anno, se sono intercorse modifiche degne di nota, riguardo alla composizione e/o alla situazione economica (ad esempio un licenziamento) del nucleo familiare

Looks like you have blocked notifications!

CCSNews è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Total
0
Shares